I Comuni della Terra Cruda

Novi Ligure

Il comune di Novi Ligure è sito in Piemonte (provincia di Alessandria) tra le colline e la pianura formata nei millenni dal torrente Scrivia. la campagna che circonda la città è caratterizzata dalla presenza delle case in terra cruda. Queste strutture sono realizzate tramite la tecnica del “Pisè”, un sistema costruttivo molto antico che affonda le sue radici nella povertà del mondo contadino del passato.

Nuraminis

Il comune di Nuraminis è un centro a prevalente vocazione agricola sito in provincia di Cagliari. Il suo nome è menzionato per la prima volta in un documento del 1141, ma il territorio di Nuraminis conosce la presenza umana da tempi ben più remoti, come testimoniano i numerosi siti nuragici.

Pabillonis

Pabillonis è un piccolo centro del Medio Campidano caratterizzato da un'economia strettamente legata al territorio e alle tradizioni. In particolare, sono famosi i suoi artigiani per la lavorazione delle terre cotte.

Roccamontepiano

Il piccolo borgo di Roccamontepiano sorge in Abruzzo (provincia di Chieti), lungo le pendici del Montepiano, posto ai piedi del versante orientale del massiccio montuoso della Majella, zona sorgentifera del Fiume Alento. Nel territorio di Montepiano l'uomo ha da secoli posto dimora costruendo le case con i materiali che la natura ha offerto al luogo: pietre ricce, terra cruda, legname di querce, carpini, pioppi e faggi.

Samassi

Samassi è situato a circa 36 Km a nord da Cagliari e controlla un territorio che si estende per 42 Kmq sul lembo orientale della Fossa del Campidano.

Samatzai

Samatzai è un piccolo centro il cui territorio ricade nella provincia di Cagliari, a 32 Km dal capoluogo. Il territorio comunale copre una superficie di 31,12 Kmq disteso con andamento regolare da sud-est a nord-ovest lungo la fascia di confine del sistema collinare della Trexenta con le pianure del Campidano.

San Gavino Monreale

Il comune di San Gavino Monreale è situato al centro della pianura del Campidano, a metà strada tra Cagliari e Oristano. Lo sviluppo della cittadina si è basato per oltre 70 anni sull'industria, in particolare su quella metallurgica. Il paese è inoltre rinomato per la produzione di zafferano.

San Sperate

San Sperate è un paese appartenente alla provincia di Cagliari, situato circa 20 chilometri a nord del capoluogo. Il suo territorio è pianeggiante ed è solcato dal Flumini Mannu e dal Flumineddu. È uno dei centri agricoli più importanti della Sardegna grazie alla particolare posizione geografica e al terreno fertile che hanno favorito in particolare la coltivazione degli alberi da frutto.

Sanluri

Il comune di Sanluri si trova a metà strada tra i due capoluoghi di Cagliari e Oristano: questa fortunata posizione si è sempre rivelata strategica, sia da un punto di vista storico-militare che da un punto di vista economico. Il territorio del comune si presenta collinare nella parte a nord-ovest e pianeggiante nella parte sud. L'economia del centro, originariamente di natura prettamente agricolo-pastorale, si è in seguito sviluppata anche sul versante della piccola industria, del commercio e dei servizi.

Sardara

l comune di Sardara sorge su una collina marnosa, a un altitudine di 163 m slm, al centro della fertile pianura del Campidano. È situato nella Bassa Marmilla e, con i suoi 4300 abitanti, è uno dei centri più importanti della provincia del Medio Campidano. La sua posizione ha da sempre avuto un'importanza strategica che ne ha favorito lo sviluppo.